Il gusto del Game Chef

Il gusto del Game Chef: Daniele Di Rubbo

Wow, mi hanno chiesto di parlare di cosa rappresenti per me “il gusto del Game Chef”. Da non credere!

Ormai sono una specie di aficionado: lo seguo dal 2010 e vi partecipo dal 2011. Secondo me, il Game Chef è una gran figata, perché costituisce un importante momento d’incontro per tutti i giocatori della community, che si radunano e si confrontano per mettere a frutto le esperienze maturate durante le proprie giocate, e partorire la propria bozza di un gioco a sé stante.

Alla fine, il Game Chef è una scusa. Ti dà una scadenza, un tema e degli ingredienti; se non fosse stato per il Game Chef, credo che non avrei mai scritto nulla. Invece, grazie ad esso, qualcosa l’ho scritta anch’io, e di molte di quelle idee, per quanto imperfette e incomplete, sono tutto sommato soddisfatto.

E poi c’è l’aspetto del leggere e revisionare i giochi altrui, del confrontarsi, dello scambiarsi idee, del darsi consigli, del conoscere nuove persone, del vedere nuove idee fare ingresso in quell’iperuranio che è il nostro orizzonte ludico.

Il Game Chef è tutte queste cose messe insieme. Poteva non essere un successo?

Daniele ha scelto di presentarci il gioco con cui ha partecipato al Game Chef Pummarola 2013, Pandora Unboxed, che arrivò in finale!

Pandora Unboxed

In un cybermondo post-apocalittico, ci sono solo due sopravvissuti alla Guerra delle Macchine. Riuscirà la fiducia a vincere la paranoia o per l’umanità è davvero finita?

Daniele Di Rubbo, vincitore del Game Chef Pummarola Ediscion 2014 (*weid-)

Potete seguire i progetti e leggere i pensieri di Daniele sul suo sito www.geeckoonthewall.eu