Guida al perfetto follower del Game Chef

Guida alle recensioni e alle designazioni del Game Chef 2017

Siamo finalmente giunti alla fase di revisione paritaria del Game Chef Pummarola Ediscion 2017 e, come promesso, questa è la guida nella quale spieghiamo come devono essere scritte e pubblicate le recensioni dei giochi, e come devono essere inviate le designazioni dei finalisti.

Importante: il termine ultimo per inviare sia le recensioni dei giochi sia la designazione del finalista scelto è il 23 luglio alle ore 23:59.

Recensioni dei giochi

Prima di tutto, quest’anno le recensioni devono essere pubblicate come commenti sul sito del Game Chef Pummarola Ediscion, sotto i singoli articoli corrispondenti ai giochi da recensire.

Consiglio: non scrivete le recensioni direttamente sul sito, nel campo dei commenti, bensì usate un editor di testo sul vostro computer, e incollate il testo nel campo dei commenti solo una volta che la recensione vi soddisfa e che, quindi, decidete di pubblicarla.

Formattazione delle recensioni

I commenti supportano la formattazione Markdown, un semplicissimo linguaggio di marcatura, che vi consente di formattare un breve testo in pochissimo tempo. Se conoscete già come funziona, non avrete alcun problema; se volete approfondire, potete trovare tutte le spiegazioni di cui avete bisogno qui (in inglese). Per quelli che, invece, vogliono una guida rapida, eccola qui sotto.

Se scrivete:

*corsivo*

**grassetto**

***grassetto corsivo***

Otterrete:

corsivo

grassetto

grassetto corsivo

Per separare i paragrafi, è sufficiente lasciare una riga vuota tra due i blocchi di testo. Quindi, se scrivete:

Ea melius alterum praesent pri, mei et maiorum feugait. Has ei liber gubergren vituperatoribus, in mei clita torquatos sententiae. Pro modo legimus mandamus in nullam.

Eum dico velit debitis et, te qui modus posidonium definitionem, dicunt verear vulputate pro te. Ex quo esse numquam, ne quis molestiae vix. Nam quod meliore recusabo ne.

Otterrete:

Ea melius alterum praesent pri, mei et maiorum feugait. Has ei liber gubergren vituperatoribus, in mei clita torquatos sententiae. Pro modo legimus mandamus in nullam.

Eum dico velit debitis et, te qui modus posidonium definitionem, dicunt verear vulputate pro te. Ex quo esse numquam, ne quis molestiae vix. Nam quod meliore recusabo ne.

Per le intestazioni, purtroppo, i commenti non le supportano, ma potete facilmente indicarle con un semplice testo in grassetto.

Scrittura delle recensioni

Iniziate con un paragrafo introduttivo, nel quale spiegate sinteticamente il gioco, come se lo doveste presentare a una persona che non l’abbia mai sentito nominare prima.

Poi, andate avanti scrivendo alcuni paragrafi nel quale analizzate il gioco concentrandovi sulle seguenti domande:

  • Cosa vi è piaciuto del gioco?

  • Cosa avete trovato confuso o poco chiaro?

  • Quali parti del gioco pensate debbano essere sviluppate meglio?

A vostra scelta, potete approfondire con dei paragrafi dedicati anche altri criteri, quali l’uso creativo di tema e ingredienti e l’accessibilità del testo; ricordate, comunque, che si tratta di giochi creati in tempi molto brevi, e non di prodotti finiti, quindi cercate di guardare il quadro complessivo, invece che alle singole minuzie.

Alla fine della recensione, lasciate un ultimo paragrafo per tirare le somme. Questo è anche l’unico punto nel quale dovreste sentirvi liberi di sbilanciarvi anche con qualche parere più soggettivo e più dato “a sentimento” rispetto al resto dei contenuti della recensione (vedi sotto).

Per favorire il dialogo e lo scambio di opinioni fra i partecipanti, vi invitiamo anche a fare uno sforzo ulteriore e a terminare le vostre recensioni con una o due domande indirizzate all’autore (o agli autori) del gioco: è una buona occasione per capire sia il suo punto di vista sia le motivazioni dietro alle sue scelte di game design, e per dare inizio a una conversazione che siamo sicuri sarà proficua per tutti i partecipanti. Chiaramente, in quanto autori, siete a vostra volta invitati a rispondere alle domande ricevute.

Una cosa che non dovete fare è dire al designer cosa dovrebbe fare col suo gioco. Siete voi, come recensori, che dovete capire qual è l’obiettivo del gioco e cercare di valutare se ci riesca o meno, indipendentemente dai vostri personali gusti ludici. Al fine di riuscirci, è necessario che vi mettiate in una prospettiva critica: cercate di immaginare come potrebbe risultare l’esperienza di questo gioco nel suo svolgimento. Scrivete le vostre recensioni in questa prospettiva.

Un’altra cosa che non dovete fare è dare giudizi troppo soggettivi, al punto da risultare inutili. Al game designer non interessa se non vi piacciono i giochi con le carte francesi o quelli in cui i protagonisti sono dei cavalieri fatati; quello che dovete fare, ancora una volta, è mettervi in una prospettiva critica: quando affermate qualcosa, qualunque cosa, cercate di motivare quello che state scrivendo.

In generale, ponetevi come obiettivo quello di essere incoraggianti e d’aiuto. Se è vero che le recensioni e i giochi sono pubblici e sotto gli occhi di tutti, questa non deve diventare la scusa per trasformare le recensioni in un momento di paternalismo o di critica distruttiva, specialmente nei confronti di coloro che partecipano per la prima volta. Come Master Chef sarà nostra premura intervenire per disinnescare eventuali situazioni spiacevoli. Finora non è mai successo, e ci piacerebbe che continuassimo su questa strada.

Ultima cosa importante: non indicate mai nelle recensioni quale gioco avete deciso di designare come finalista. Questa informazione deve essere inviata solamente ai Master Chef, come spiegato sotto.

Pubblicazione delle recensioni

Andate sulla pagina del gioco che avete recensito e del quale volete pubblicare la recensione. In fondo alla pagina trovate il campo dei commenti.

Game Chef 2017: Guida alle recensioni (commento vuoto)

Non dovete far altro che riempire i campi in maniera appropriata.

Game Chef 2017: Guida alle recensioni (commento)

  • Commento: Qui incollate il testo della vostra recensione. Mettete per titolo alla vostra recensione «Recensione di» e il nome, lo pseudonimo, o i nomi di coloro che partecipano al Game Chef in gruppo con voi.

    Ricordatevi che nei commenti i tag delle intestazioni non sono abilitati, per cui scrivete semplicemente il testo in grassetto (tra due doppi asterischi): **Recensione di Paolino Paperino**.

  • Nome: Il nome, lo pseudonimo o i nomi di tutti coloro che partecipano al Game Chef in squadra con voi.

  • Email: L’indirizzo di posta elettronica col quale avete inviato il vostro gioco. Vi ricordo che questi indirizzi e-mail non sono pubblici: li possiamo vedere solo noi Master Chef dal pannello di gestione del sito.

  • Sito web: Campo facoltativo. Se inserite qui l’indirizzo del vostro sito web, sarà possibile accedervi cliccando sul vostro nome, una volta pubblicato il commento.

Non appena avete riempito i vari campi del commento, potete procedere a cliccare sul pulsante Commento all’articolo per procedere alla pubblicazione della recensione.

Game Chef 2017: Guida alle recensioni (invia commento)

Problemi con le recensioni

Vi ricordiamo che, persino adesso, potete ancora chiederci di cambiare uno o più dei giochi a voi assegnati perché non vi sentite a vostro agio nel recensirli (magari avete dato qualche dritta a un vostro amico per scriverlo e ora vi sentite troppo poco imparziali nei suoi confronti). Oppure sapete per certo che non riuscirete a completare tutte le recensioni (a causa di un periodo di lavoro fitto o altri impegni inderogabili).

Nessun problema! Comunicatecelo subito, e provvederemo a trovare dei sostituti che possano recensire il gioco o i giochi al posto vostro. Se sarà possibile, provvederemo semplicemente a effettuare uno “scambio di giochi” con qualche altro partecipante; altrimenti chiederemo a qualcun altro di scrivere le recensioni mancanti, di modo che tutti i giochi ne abbiamo comunque quattro.

Tuttavia, sarete comunque voi a dover leggere tutti e quattro i giochi a voi assegnati (dopo eventuali sostituzioni) e designare uno di essi come finalista.

Designazione dei finalisti

Una volta che avete pubblicato tutte e quattro le recensioni ai giochi che dovevate leggere e valutare per questo Game Chef, potete procedere a inviare a noi Master Chef la vostra designazione del finalista.

Ogni recensore o gruppo di recensori ha un singolo voto in base al principio “un gioco partecipante, un voto”. Abbiamo altresì provveduto a reclutare due recensori extra, come previsto dal regolamento, per garantire la copertura delle recensioni anche ai giochi fuori concorso e per coprire anche quei partecipanti che hanno già comunicato che non avrebbero potuto scrivere le recensioni.

La vostra designazione del finalista può essere basata su qualunque criterio voi pensiate sia il più importante. Potreste voler considerare ciò che ciascun gioco ottiene in termini di innovazione, chiarezza, uso degli ingredienti, e giocabilità effettiva. Non c’è bisogno di spiegare o difendere la vostra decisione: scegliete e raccomandate uno dei quattro giochi che dovevate recensire e valutare. I giochi che non sono in concorso non possono essere designati come finalisti: sceglietene uno degli altri tre che vi sono stati assegnati!

Invio delle designazioni

Una volta effettuata la vostra scelta, scrivete a gamechefpummarola@gmail.com usando il seguente formato:

Oggetto: Game Chef Pummarola Ediscion 2017: Designazione finalisti

Designo/iamo 〈titolo del gioco〉 di 〈chef o gruppo di chef〉 come finalista del Game Chef Pummarola Ediscion 2017.

Et voilà! La vostra parte in questo Game Chef Pummarola Ediscion 2017 finisce qui. Avete appena affidato ai Master Chef il “calice amaro” dal quale bere per scegliere il vincitore.

One thought to “Guida alle recensioni e alle designazioni del Game Chef 2017”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To create code blocks or other preformatted text, indent by four spaces:

    This will be displayed in a monospaced font. The first four 
    spaces will be stripped off, but all other whitespace
    will be preserved.
    
    Markdown is turned off in code blocks:
     [This is not a link](http://example.com)

To create not a block, but an inline code span, use backticks:

Here is some inline `code`.

For more help see http://daringfireball.net/projects/markdown/syntax