10
Lascia una recensione

avatar
4 Comment threads
6 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
5 Comment authors
Manuela ZanottiDaniele Di Rubbo(mezzo) Giudice CoccodrilloGiudice CoccodrilloAriele Agostini Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Alessandro Boatto
Ospite
Alessandro Boatto

Recensione di Alessandro Boatto

Spiego sinteticamente il gioco.

È un gioco di narrazione dove i giocatori si affrontano a vicenda per rimanere Vivi alla fine tra scene di passato e presente , divise in fasi.

Cosa mi è piaciuto nel gioco?

La meccanica.

Cosa ho trovato confuso o poco chiaro ?

Nulla.

Tiro le somme.

Non è il genere mio preferito, ma per gli amanti potrebbe essere una bella esperienza una volta capito il meccanismo, ma come nella maggio parte dei giochi in concorso ho delle perplessità sull’effettiva rigiocabilità… per il resto un bel gioco.

Daniele Di Rubbo
Editor

Caro Alessandro, ti rispondo io, in quanto “Strix Nebulosa” non era altro che un mio pseudonimo. Innanzitutto, grazie per la tua recensione. Nella mia risposta, mi concentrerò soprattutto sulla parte finale, perché è lì che mi dai più materiale per discutere. Dici di avere delle perplessità sulla rigiocabilità del mio e di alcuni altri giochi presentati a questo Game Chef. Ti dico un po’ come la vedo io a riguardo. Una delle prime pulci nell’orecchio che ci mette il regolamento del Game Chef è questa: Sentitevi liberi di esplorare e mettere in discussione le definizioni tradizionali di gioco di ruolo,… Leggi il resto »

Davide Falzani e Manuela Zanotti
Ospite
Davide Falzani e Manuela Zanotti

Ecco qua le nostre due recensioni, mia e di Davide Falzani. Abbiamo preferito farne una a testa per questo gioco fuori concorso, che potete vedere una di seguito all’altra. Cominciamo con quella di Davide Falzani: “Questo gioco, voglio dirlo subito, è fatto davvero bene. Solida la sua costruzione narrativa, semplice ma accattivante l’interpretare due amanti divisi da un muro che si confrontano con scene del passato e del presente, solide sono le sue meccaniche, le scene si intrecciano bene, ci sono tutti gli ingredienti per poter fare una storia emozionante e poi l’idea di costruire un muro con i tasselli… Leggi il resto »

Daniele Di Rubbo
Editor

Cari Davide e Manuela, innanzitutto voglio ringraziarvi per la vostra recensione. Scusate se rispondo solo ora ma, come avrete sicuramente notato, sono stato parecchio impegnato col lavoro in qualità di giudice di questa edizione del Game Chef. Cercherò di rispondervi uno alla volta, e punto su punto, per fare meno confusione possibile. Be’, sulla recensione di Davide ho davvero poco da dire, se non ringraziarlo, visto che non vuole trovare difetti a Walls of Concordia. Per ora, posso dirti che è sopravvissuto al primo playtest, anche se già si vedono alcune parti migliorabili (ma, da parte mia, si vedevano da… Leggi il resto »

Manuela Zanotti
Ospite
Manuela Zanotti

Caro Daniele, grazie per la risposta! E ri-rispondo a mia volta. Quando scrivevo che il gioco parte da una premessa “già sentita, la solita storia di due amanti divisi”, non intendevo dire che la considero banale, tengo a precisarlo! 🙂 Sono d’accordo con te che la semplicità di una premessa, soprattutto se è un tema a noi caro, offra certamente ampio margine per sbizzarrirsi sulle modalità di lettura e sviluppo di quella premessa. La mia riflessione su “amore-profondo ma non solo” si basa su questo pensiero: emozionalmente è lancinante quando due innamorati si trovano divisi. Bene. Tutto ciò è molto… Leggi il resto »

(mezzo) Giudice Coccodrillo
Ospite

Concordo che pochi disegni varrebbero più di molte parole per spiegare la disposizione degli elementi in tavola. Penso abbiamo scordato di segnalarlo nella nostra recensione.

Daniele Di Rubbo
Editor

Caro Giudice Coccodrillo, hai ragione! Non posso che riportarti la parte di risposta già data a Manuela nel mio commento qui sotto e riguardante questo aspetto:

Per i supporti visuali, sicuramente, se mai andrò avanti a svilupparlo e a pubblicarlo, cosa che spero, metterò degli schemi che spiegano tutto. Sono un fan delle dispense di gioco e dei disegnini nel manuale, però non so farli in tempi abbastanza brevi da avermi reso possibile l’inserimento in questa versione del gioco.

Ariele Agostini
Ospite
Ariele Agostini

Walls of Concordia è un gioco di Amore e Guerra, in cui due giocatori interpreteranno due amanti separati dalla guerra e dalla costruzione di un muro che divide in due la città in cui vivono (come Berlino o Gerusalemme, per intenderci). Il gioco porterà a ricostruire parte del loro passato e della storia d’amore che li univa, come anche a confrontarsi con il terribile presente in cui si trovano. Cosa mi è piaciuto Il gioco è scritto bene soprattutto dal punto di vista evocativo, centra alla grande il tema proposto, e promette una esperienza intensa e toccante. Sarei curioso di… Leggi il resto »

Daniele Di Rubbo
Editor

Caro Ariele, innanzitutto ti ringrazio di cuore per la tua recensione. Hai individuato immediatamente i riferimenti storici del mio gioco: il muro di Berlino, il confitto israelo-palestinese e la guerra in ex Jugoslavia (come mi ricorda Giudice Coccodrillo, nel commento qui sotto). Mi fa piacere che apprezzi la parte più evocativa del testo del gioco: quando l’ho scritta mi sentivo un po’ un “Fabio Volo del male”, ma forse è solo che sono molto più sensibile a certi temi di quanto non mi piaccia fare sfoggio in giro. Il fatto di averlo scritto a tappe forzate e nei ritagli di… Leggi il resto »

Giudice Coccodrillo
Ospite

Walls of Concordia è un gioco di ruolo per due giocatori che interpretano due innamorati separati da una guerra civile, solo ufficialmente conclusa, che ha causato la separazione anche della loro città in due settori, con in mezzo un simbolico muro. Utilizza un insieme di soluzioni tecniche già collaudate in (pochi) altri giochi di ruolo, ma non molto diffuse: il fatto stesso di essere un gioco per due, le tessere del domino come randomizzatori, il valore simbolico delle componenti del gioco (tessere disposte a formare un muro, il fatto che i punti Speranza siano condivisi e quelli di Disperazione individuali,… Leggi il resto »