Game Chef 2019: Immagine anteprima articolo

Regolamento del Game Chef Pummarola Ediscion 2019

Il Game Chef è una competizione annuale di game design analogico. Tenutosi la prima volta nel 2002, ha portato alla creazione di centinaia di coraggiosi e innovativi prototipi.

Il Game Chef dà ai partecipanti 1 tema, 4 ingredienti e 9 giorni in cui creare una bozza di un gioco analogico.

Quest’anno, la competizione si svolgerà simultaneamente in sette lingue (inglese, italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo e coreano). I giochi verranno valutati dai partecipanti, che segnaleranno dei finalisti a una giuria di Master Chef. Per ogni lingua si sceglierà un vincitore, e tra questi si identificherà il campione internazionale dell’anno. La Pummarola Ediscion è l’edizione del Game Chef dedicata ai giochi in lingua italiana, che giunge alla sua settima edizione.

Il Game Chef è per voi, indipendentemente dal fatto che abbiate mai pensato di essere dei game designer. Il nostro obiettivo è di rendere la competizione più accessibile e accogliente possibile.

Le basi

Progettate e consegnate la bozza giocabile di un gioco analogico (non elettronico) tra il 20 giugno e il 1° luglio, ispirato dal tema e dagli ingredienti elencati. Storicamente la maggior parte dei giochi del Game Chef sono stati giochi di ruolo, da tavolo o dal vivo, ma la divisione tra differenti tipi di giochi analogici (giochi da tavolo, giochi di carte, giochi di ruolo, giochi di ruolo dal vivo, ecc.) sta venendo costantemente erosa e rielaborata da creatori innovativi, come voi. Sentitevi liberi di esplorare e mettere in discussione le definizioni tradizionali di gioco di ruolo, gioco analogico, e “gioco” in generale.

Ogni partecipante dovrà recensire quattro giochi presentati dagli altri, e questo processo di revisione paritaria determinerà i finalisti. Verrà dichiarato un vincitore per ogni lingua partecipante al Game Chef, anche se la vera vittoria, prima di qualsiasi altra cosa, è l’aver creato un prototipo pronto per essere giocato.

Quest’anno il Game Chef si terrà in una serie di lingue. Il portale principale della Pummarola Ediscion, l’edizione italiana, è rappresentato dal sito nel quale vi trovate in questo momento (www.gamechefpummarola.eu), ma abbiamo anche una pagina Facebook e un server Discord: l’ambiente perfetto per la discussione tra i partecipanti e sui giochi creati durante la competizione. Potete trovare l’edizione inglese su www.game-chef.com, mentre le altre comunità linguistiche del Game Chef 2019 le trovate sempre sul server Discord dedicato.

A causa dei fusi orari diversi per le varie comunità linguistiche, il concorso inizierà e terminerà a degli orari che, senza questa doverosa premessa, avrebbero potuto sembrare anche un po’ “strani”. L’inizio è quindi previsto per il 20 giugno alle 14:00, mentre la fine per il 1° luglio alle 12:00.

Per tutti gli altri aggiornamenti importanti sul concorso, non dovete far altro che seguirci!

Tema

Il tema del Game Chef 2019 è amalgama.

Forse ci sono poche parole che, più di questa, si esprimono attraverso la propria storia. Probabilmente passata dal greco málagma all’arabo amal al-ǧama, al latino medievale amalgama e, da lì, all’italiano. Un impasto, poi il prodotto di un’unione, la lega di mercurio e altri metalli, fino al significato moderno, più astratto, di “mescolanza, impasto”.

La metafora stessa di questo concorso è sempre passata per l’immagine mentale del mescolare degli ingredienti per trarne qualcosa di nuovo, in questo caso un gioco. La cucina, la pizza, i tortellini, la chimica, l’alchimia, le miscele di tè, il disegnare, lo scegliere i colori, il mescolarli, e il prodotto di tutte quante queste attività.

E poi viviamo in anni in cui ci si interroga molto sui concetti di identità, di trasformazione, di fusione tra culture, popoli, e non solo. Ci sono intere nazioni che sono nate dall’amalgama di popoli, anche molto diversi. Forse gli Stati Uniti sono l’esempio più lampante di questi processi, ma noi stessi potremmo interrogarci sul futuro del nostro paese. Da dove veniamo? Dove andremo? Siamo tutti il frutto di una mescolanza: non siamo dati così come siamo, ma siamo in costante divenire.

Il Game Chef non si tira indietro davanti a questi importanti temi. Per il Game Chef 2019, vi chiediamo di creare dei giochi che esplorino il concetto di amalgama, in tutte le sue forme. Sia esso mescolanza di elementi, di popoli, di culture, di regole. Ogni gioco è come un mosaico, nato dalla mescolanza di piccole tessere che, magari, abbiamo già visto in altri giochi. Quale sarà il vostro mosaico?

Lasciate che il tema vi ispiri e dia forma al vostro gioco mentre ci lavorate. Siete liberi di interpretare il tema in qualunque modo voi vogliate, e di fornire un’interpretazione diversa da quelle degli altri partecipanti.

Quando sviluppate un gioco per il Game Chef, non dovete preoccuparvi di creare un lavoro rifinito. Concentratevi, piuttosto, sul creare qualcosa che sia accessibile e coinvolgente, pieno di ottime idee. Forse vorrete lavorare ancora sul vostro gioco, dopo che il Game Chef sarà terminato. Forse vorrete prendere alcune delle vostre migliori idee da lì e farci qualcosa di nuovo. Forse vorrete semplicemente congratularvi con voi stessi per aver finito un gioco, e usare questo risultato come carburante per continuare a lavorare su un altro progetto. Sono tutti grandi risultati!

Ingredienti

Gli ingredienti del Game Chef 2019 sono: fallimento, microscopico, levitare e segreto.

Includete almeno 2 degli ingredienti nel vostro game design ma, se pensate di essere pazzi abbastanza, provate pure a usarne 3, o anche tutti e 4: non saremo noi a limitarvi! Cercate di rendere gli ingredienti il più centrali possibile, integrandoli nella premessa, o nelle regole, o utilizzandoli in qualunque altro modo abbia senso per voi. Una menzione di sfuggita può andare bene, se è tutto quello che riuscite a fare, ma è consigliato attingere a piene mani dagli ingredienti. Così come col tema, siete liberi di interpretare questi ingredienti in qualunque modo voi vogliate. Non c’è bisogno di usare l’interpretazione più letterale che vi viene in mente.

Per esempio, nel 2004, il tema era fantasia e gli ingredienti erano ghiaccio, isola, alba, assalto e hanno ispirato giochi come The Mountain Witch (scala il gelido monte Fuji per assaltare la fortezza della strega), The Dance and the Dawn (cerca il tuo vero amore a un evento sociale su un’isola, sperando che quando arriverà l’alba non ti ritroverai con quello dal cuore di ghiaccio) e Polaris (cavalieri artici combattono contro sé stessi e l’assalto dei demoni, mentre il sole sorge per la prima volta dopo centinaia di anni).

Formato dei giochi

Ci sono alcune linee guida per il formato dei giochi, e ciascuna di queste linee guida è stata pensata per essere certi che il vostro gioco sia accessibile (specialmente dagli altri chef che verranno casualmente selezionati per recensirlo durante la fase di revisione paritaria).

I giochi presentati non devono superare le 4.000 parole. Eventuali materiali di supporto (libretti, schede riassuntive, ecc.) devono essere inclusi nel conteggio delle parole. In nessun caso i giochi possono superare le 4.000 parole; in caso contrario, verranno ritenuti fuori concorso. Non c’è una lunghezza minima per i giochi, fermo restando che il testo deve essere abbastanza lungo da essere comprensibile. Controlleremo il conteggio delle parole tramite il contatore on-line Wordcounter, ve ne consigliamo l’utilizzo al fine di rendere il vostro gioco conforme alle linee guida. Il controllo delle parole verrà effettuato usando il testo presente nel file in formato .docx (vedi sotto), per cui anche voi controllate sempre quello. I giochi non conformi saranno giudicati fuori concorso, partecipando alla fase di peer review ma non alla selezione del vincitore.

Fate il possibile per creare il vostro gioco in un formato accessibile. Fate uno sforzo per assicurarvi che il vostro gioco sia accessibile anche a utenti che sono non vedenti o ipovedenti (e usano un dispositivo di lettura dello schermo), sordi, daltonici o dislessici. Il modo per farlo è presentare tutte le parti testuali del vostro gioco in un semplice documento di testo in formato .docx. I programmi Microsoft Word, LibreOffice Writer e Google Documenti (gli ultimi due sono disponibili gratuitamente) consentono tutti di scrivere e salvare file in formato .docx. Evitate l’uso di sfondi confusi o qualunque cosa sia a basso contrasto. Anche il formato, come il conteggio delle parole, se non conforme mette il gioco fuori concorso, permettendo la partecipazione alla fase di revisione paritaria ma non alla selezione del vincitore.

Se volete presentare il vostro gioco come un file video, fornite anche delle didascalie e una trascrizione. Se volete presentare il vostro gioco come un file audio, fornitene anche una trascrizione. Fare cose stravaganti con il vostro gioco va bene, ma la responsabilità di far sì che rimanga accessibile ai lettori è tutta vostra.

Su questo argomento, in particolare, abbiamo messo a disposizione dei partecipanti una guida che spiega in breve come rendere i vostri giochi il più accessibili possibile.

Anche quest’anno creeremo una pagina per i vostri giochi sul nostro sito e ospiteremo anche i file dei vari giochi, laddove sarà possibile farlo. Questa precauzione ci permette di far sì che i vostri giochi non vadano perduti nei meandri del tempo e per permettere ai revisori, agli altri partecipanti o anche, semplicemente, ai curiosi di poterne prendere visione.

Per questa ragione, il gioco che presentate deve esserci inviato sotto forma di un file .zip con dentro tutti i file che compongono il vostro gioco. Metteteci dentro almeno due file: un .docx, contenente tutte le parti testuali (per l’accessibilità e per il conteggio delle parole), e un .pdf, contenente tutte le parti testuali e visuali del gioco (per l’antologia). Ovviamente, le parti testuali dei due file devono essere identiche. Se il vostro gioco li prevede, inserite gli altri file che lo compongono (per esempio, una registrazione audio).

Se non sapete come creare o aprire un file in formato .zip, sappiate che molti sistemi operativi moderni hanno di base la possibilità di gestire questo formato di file compressi. Altrimenti, potete sempre ricorrere al programma open source 7-Zip.

Assicuratevi sempre che sia possibile accedere al vostro gioco senza usare software proprietari o a pagamento!

Regola sui lavori preesistenti

Potete attingere a dei concetti a cui avevate pensato o su cui avevate lavorato già prima del concorso, ma tutto ciò che presenterete dovrà essere un lavoro nuovo, non materiale già esistente. Il plagio o l’auto-plagio causeranno la squalifica del vostro gioco.

Regola sulla proprietà intellettuale

È responsabilità degli autori occuparsi di tutte le questioni relative ai diritti d’autore. Includere estratti da opere di pubblico dominio o contenuti open source è corretto, a patto che le fonti vengano citate. È anche legittimo trarre ispirazione da altri giochi, ma assicuratevi di segnalarlo e di rielaborare con parole vostre.

Discussioni di sviluppo

Quest’anno useremo il server Discord ufficiale per sostenere l’interazione e il mutuo supporto tra partecipanti durante la competizione. La community della Pummarola Ediscion è aperta a tutti: unitevi a noi! Se vi va di entrare a farne parte, potete creare un post per il vostro gioco al suo interno ma, se preferite, potete anche iniziare una conversazione privata con le persone interessate.

In generale, parlate dove, come e quanto volete del vostro gioco, mentre la competizione è in corso. Il nostro consiglio è quello di confrontarvi con gli altri partecipanti, se vi va e se ne avete modo, ma se preferite “chiudervi in cucina” e non rivelare niente del vostro lavoro fino alla fine, nessuno se ne avrà a male. Ognuno deve lavorare come si sente più a suo agio.

Per comunicare con gli organizzatori, vi invitiamo a fare riferimento alla pagina Facebook e al server Discord, o a scriverci a [email protected].

Presentazione dei giochi

I giochi devono essere presentati entro le ore 12:00 del 1° luglio.

Vi verrà messa a disposizione un modulo online per l’invio dei giochi, contenente le seguenti informazioni:

Chef: Nome 〈nome e cognome col quale intendete partecipare, in caso di gruppo inviate i nomi di tutti〉

Pseudonimo 〈uno pseudonimo, o un nome per il gruppo, se preferite partecipare in forma anonima〉

E-mail di contatto: 〈un indirizzo e-mail a cui contattarvi per le comunicazioni relative al concorso〉

Titolo: 〈il titolo del vostro gioco〉

Descrizione sintetica: 〈avete solo 150 caratteri, controllati dalla form〉

Caricamento file del gioco: 〈caricamento di un file zippato, contenente almeno un file .docx e un file .pdf⟩

Ammissibilità: 〈“sì” o “no”; se il vostro gioco non ha tutte le carte in regola per essere un regolare partecipante, è questo il momento di segnalarlo〉

Link sociale: 〈se avete un sito o un blog nel quale parlate di giochi o promuovete i vostri, o anche solo se volete essere rintracciati su internet, potete fornirci un indirizzo da pubblicare nella pagina del vostro gioco; altrimenti, saltate questa riga〉

Più persone possono formare una squadra e presentare un gioco congiuntamente. Si può partecipare in una sola lingua, e con un solo gioco. Ciò si applica anche ai membri di una squadra, che non possono presentare un gioco anche con altre squadre, o in solitaria.

Se partecipate come gruppo di designer, ricordatevi di precisare i nomi e i cognomi di tutti. Se, per qualunque ragione, volete partecipare sotto pseudonimo, è vostro diritto farlo: ditelo nella form.

Ricordatevi di allegare il vostro gioco secondo le modalità spiegate sopra (sezione “Formato dei giochi”). Fate sempre riferimento ai requisiti di formato indicati e sforzatevi di fornire un prodotto accessibile. Se avete dubbi o domande, non esitate a contattarci!

I criteri di ammissibilità sono importanti: se sapete di avere scritto un gioco non accessibile, se sapete di avere superato le 4.000 parole o se, semplicemente, non volete partecipare alla fase di “premiazione” di questa competizione, dovete segnalarlo in questa form.

È sempre possibile partecipare fuori concorso, oppure limitarsi a partecipare alla fase di revisione paritaria tra i partecipanti. Nel caso in cui il vostro gioco non sia ammissibile, non si potrà nominarlo come finalista, ma riceverà anche lui le sue revisioni, come tutti gli altri.

Inoltre, se volete, potete fornirci un “link sociale” al vostro sito o al vostro blog, o anche a un vostro profilo social network, tramite il quale vi piacerebbe entrare in contatto con le persone interessate al vostro gioco (e magari non solo a quello).

Da ultimo, una cosa importante: l’indirizzo e-mail indicato nella form sarà anche quello attraverso il quale noi potremo contattarvi, casomai dovesse essercene bisogno, e sarà quello attraverso il quale noi riconosceremo le vostre recensioni, quando verranno postate sul nostro sito. Fate attenzione a usare sempre lo stesso!

Antologia dei giochi

Finita la competizione, e annunciato il vincitore e le eventuali menzioni speciali, provvederemo a creare un’antologia in formato PDF con al suo interno tutti i giochi prodotti per la competizione in lingua italiana di quest’anno.

Per i giochi con un formato particolare, cercheremo comunque di includerli con la soluzione che garantisca il miglior accesso e la migliore preservazione del formato originale del gioco.

Questa antologia sarà rilasciata gratuitamente tramite il nostro sito.

Notate bene: resteranno comunque valide le varie licenze con le quali i creatori hanno deciso di rilasciare i propri giochi (siano esse di copyright pieno, Creative Commons, o di qualsiasi altro tipo). Partecipando ci state semplicemente dando l’autorizzazione a mettere il vostro gioco in questa antologia.

Lo scopo di questa antologia è quello di creare un aggregatore per i vari giochi, nonché uno strumento attraverso il quale avere una visione d’insieme su di essi. È un lavoro che stiamo facendo per permettere al Game Chef di avere una storia che possa essere conosciuta anche dalle generazioni future.

Fase di revisione paritaria

Quando i giochi saranno stati presentati, a ciascun partecipante (o gruppo di partecipanti) verranno assegnati quattro giochi da recensire e valutare. Avrete fino al 28 luglio alle 24:00 per sceglierne uno dei quattro da raccomandare per la fase successiva.

Tra la fine della parte creativa di questa competizione, il 1° luglio alle 12:00, e l’inizio della fase di revisione vera e propria potrà passare qualche giorno, necessario alla giuria della Pummarola Ediscion per preparare tutte le pagine dei giochi pervenuti. Non appena pronte, provvederemo a inviare un’e-mail a tutti i partecipanti, nella quale indicheremo quali saranno i quattro giochi che dovrete recensire e valutare, e i link alle rispettive pagine sul nostro sito.

In questa fase, potrete anche chiederci di cambiare uno o più dei giochi a voi assegnati perché non vi sentite a vostro agio nel recensirli (magari avete dato qualche dritta a un vostro amico per scriverlo e ora vi sentite troppo poco imparziali nei suoi confronti). Oppure sapete per certo che non riuscirete a completare le recensioni (a causa di un periodo di lavoro fitto o altri impegni inderogabili). Nessun problema! Ditecelo subito, e provvederemo a trovare dei sostituti che possano recensire il gioco o i giochi al posto vostro. Se sarà possibile, provvederemo semplicemente a effettuare uno “scambio di giochi” con qualche altro partecipante.

Come parte della vostra valutazione di ciascun gioco, vi chiediamo di scrivere una breve recensione e di postarla sul nostro sito come commento nella pagina dedicata a quel gioco, che provvederemo a segnalarvi quando vi comunicheremo via e-mail i quattro giochi che dovrete valutare.

Dato che il Game Chef è una breve gara che creerà inevitabilmente prodotti incompleti, non dovreste concentrarvi sui dettagli minuti del linguaggio. Condividete, invece, ciò che vi è piaciuto, ciò che vi è sembrato poco chiaro, quali idee avreste per un miglioramento o uno sviluppo, e quali decisioni sperate che l’autore voglia ripensare.

Ma, soprattutto, ponetevi come obiettivo quello di essere incoraggianti e d’aiuto. Le recensioni e i giochi sono pubblici e sotto gli occhi di tutti; questa non deve diventare la scusa per trasformare le recensioni in un momento di paternalismo o di critica distruttiva, specialmente nei confronti di coloro che partecipano per la prima volta. Come Master Chef sarà nostra premura intervenire per disinnescare eventuali situazioni spiacevoli. Finora non è mai successo, e ci piacerebbe che continuassimo su questa strada.

Quando pubblicate queste recensioni, state bene attenti a indicare nel campo dei commenti sul nostro sito lo stesso nome (o pseudonimo) col quale vi siete iscritti al concorso, e lo stesso indirizzo di posta elettronica che avete usato per iscrivere il gioco.

Ad ogni modo, seguiranno delle linee guida più precise e complete per la revisione dei giochi, a cura dei Master Chef della Pummarola Ediscion.

La vostra designazione del finalista può essere basata su qualunque criterio voi pensiate sia il più importante. Potreste voler considerare ciò che ciascun gioco ottiene in termini di innovazione, chiarezza, uso degli ingredienti, e giocabilità effettiva. Non c’è bisogno di spiegare o difendere la vostra decisione: scegliete e raccomandate uno dei quattro giochi.

Una volta effettuata la vostra scelta, scrivete sempre a [email protected]fpummarola.eu usando il seguente formato:

Oggetto: Game Chef Pummarola Ediscion 2019: Designazione finalisti

Designo/iamo 〈titolo del gioco〉 di 〈chef o gruppo di chef〉 come finalista del Game Chef Pummarola Ediscion 2019.

Scegliere il vincitore

I giochi che riceveranno più designazioni durante la fase di revisione saranno valutati da Giulia Cursi, Daniele Di Rubbo e Francesco Rugerfred Sedda. Tra questi finalisti sarà scelto un vincitore che verrà incoronato campione del Game Chef Pummarola Ediscion 2019. Come già fatto negli anni passati, i Master Chef si riservano la possibilità di attribuire anche altri riconoscimenti che, tipicamente, si manifestano sotto forma di menzioni speciali.

Il gioco vincitore in ciascuna lingua verrà tradotto in inglese e sarà valutato da un gruppo internazionale di giudici, quest’anno presieduto da Jay Sylvano and Amber Autumn. Tra i rappresentanti delle varie edizioni nazionali verrà scelto un vincitore, che verrà incoronato vincitore del Game Chef 2019.

Vincere il Game Chef è una cosa curiosa. È un grande onore, ma il vero cuore della gara sta nello stimolare un gran numero di persone in uno sforzo creativo. Scegliamo un vincitore in modo da spingere i partecipanti a fare del loro meglio, ma la vera vittoria sta nel dare vita a una comunità creativa.

14 Condivisioni