Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Aileann & Oz
Aileann & Oz
02/07/2019 23:27

Introduzione Il gioco in questione sembra un divertente passatempo narrativo semi competitivo da 2 a 8 giocatori. Tutto nel testo riporta direttamente al titolo al contrario di come farebbe un supercattivo nel lungo monologo in cui svela a tutti il suo superpiano malefico. Cosa vi è piaciuto del gioco? L’autore è riuscito più volte a farmi sorridere durante la lettura del gioco, e a realizzare un prodotto leggero e allo stesso piacevole con cui riempire una serata. La creazione dei personaggi, seppur a rischio di “panico da foglio bianco”, è una parte gustosa in sé e rispecchia lo spirito narrativo… Leggi il resto »

Jacopo "Faust" Buttiglieri
03/07/2019 09:29
Reply to  Aileann & Oz

Quale ipotizzi possa essere la durata del gioco in 8?

La durata massima per un gruppo di 8 persone è stimata a circa tre ore e mezza.

Quanti punti Drama si guadagnano perdendo un Contrasto?

Un singolo punto Drama.

Claudia Pandolfi
Claudia Pandolfi
09/07/2019 09:57

Introduzione Supergente che si mena è un gioco di narrazione a squadre per gruppi di persone in numero pari (2, 4, 6 o 8) in cui Eroi e Cattivi confrontano i propri superpoteri in uno spettacolare mayhem senza tanti fronzoli. Dopo aver deciso che tipo di Supereroe o Supercattivo interpretare e di quali poteri dotarlo, resta una sola domanda da farsi: cosa sarai disposto a perdere pur di far vincere il tuo gruppo? Cosa mi è piaciuto del gioco? La semplicità del Regolamento e gli esempi rendono Supergente che si mena un titolo rapido da impiattare, perfetto per una serata… Leggi il resto »

Jacopo "Faust" Buttiglieri
09/07/2019 19:34

quale era il target che l’Autore aveva in mente mentre scriveva il gioco? Aveva preso in considerazione un pubblico giovane?

Nessuno in particolare. Conseguentemente è adatto ad ogni età e livello di esperienza

che tipo di veste grafica immagina per il Regolamento (io non ho potuto […] per le pagine)?

Tutto in Comic Sans.

Scherzi a parte, qualcosa di simile a quello che hai ipotizzato tu, con uno stile delle illustrazioni che riprende un po’ la serie di PKNA ma con un aspetto comico più accentuato.

James Hackberry
James Hackberry
13/07/2019 02:24

Supergente che si mena Introduzione Più che altro una premessa. Questo gioco si presenta, anche con il tono colloquiale e ironico, come un semplice e facile gioco scanzonato. Al di là del tono, che può piacere o non piacere, secondo me andrebbe giudicato per quanto, nelle sue eccezionalità, si differenzi da altri giochi facili, veloci ed escapisti, tanto da farlo preferire. Almeno nelle sue potenzialità (va messa nella tara il fatto che sia un gioco scritto al volo, da zero in pochi giorni). Capire perché uno dovrebbe scegliere questo gioco al posto di Dobble, Uno, Piledrivers & Powerbombs, o Wrestangel.… Leggi il resto »

Jacopo "Faust" Buttiglieri
13/07/2019 15:57

Solo un paio di curiosità: come mai proprio Busto Arsizio? Da dove hai tirato fuori quel posto?

Perché nessuno vorrebbe far combattere della Supergente a Busto Arsizio. Nemmeno per scherzo.

Mattia Davolio
Mattia Davolio
27/07/2019 16:46

Avete presente gli epici (e a volte un po’ ridicoli, diciamocelo) scontri tra Supereroi e Supercattivi dei fumetti? Beh, Supergente che si mena è un gioco di ruolo semplice e scanzonato che porta al tavolo esattamente quegli scontri. Cosa mi è piaciuto? A mio avviso i punti di forza di questo gioco sono: semplicità, chiarezza e brevità. E’ un gioco che proporrei volentieri ad un gruppo di ragazzi digiuni del GdR per fargli muovere i primi passi in questo mondo – e ben sappiamo quanto i Supereroi siano tornati di moda. Cosa ho trovato confuso e poco chiaro? In realtà,… Leggi il resto »