Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Marco Iotti
12/07/2019 21:40

Introduzione – La scelta finale, quella decisiva. Salvare l’umanità dalla Peste X, ma solo se ne varrà la pena. Un gioco di ricordi, fallimenti e una sola decisione fondamentale. Analisi – L’idea di mettere un solo personaggio con una sola scelta fondamentale nel gioco e collocarla nell’epilogo è ottima. Tutto punta verso quello e non ci sono orpelli inutili. Il gioco in questo è molto pulito e diretto. Le foto inserite nel regolamento sono una vera manna dal cielo e ci sono ottimi spunti per aiutare la gestione del gioco in caso di giocatori ipovedenti al tavolo. Ciò che probabilmente… Leggi il resto »

Leonardo Lucci
Leonardo Lucci
23/07/2019 00:36
Reply to  Marco Iotti

Ciao Marco. Grazie per la recensione e per il tempo che hai dedicato al mio gioco. Sicuramente sfrutterò i tuoi consigli per migliorare. Ti rispondo alla domanda: Ho pensato di lasciare libertà assoluta su questo argomento (casta) ed in caso di sfruttarlo come base di conflitti personali. Magari mettendo sul campo scontri e problemi nati alla natura ed al disagio morale creato da questa tematica. Può darsi che sei stato tirato dentro, quasi obbligato, forzatamente obbligato, lasciando sulla terra i tuoi legami. Puoi giocarti scene più azione con insorti che vengono a cercar vendetta ecc… Insomma, ho pensato che può… Leggi il resto »

James Hackberry
James Hackberry
13/07/2019 02:22

Introduzione Più che altro una premessa. Traspare da questo testo molta passione, un serio tentativo di mettersi in gioco e la voglia di scrivere qualcosa di utile e interessante. ci sono però molti errori formali che io reputo importanti e che trovo doveroso segnalare, per compiere bene il mio dovere di recensore. Ritengo però che gran parte di questi errori siano semplicemente legati all’inesperienza e la mia vera sfida, in questa recensione, vuole essere quella di segnalare e suggerire spunti di riflessione, sia per migliorare questo gioco, ma magari anche indurre una maggiore consapevolezza sul come aggirare le trappole del… Leggi il resto »

Leonardo Lucci
Leonardo Lucci
23/07/2019 01:26

La tua recensione è una bomba e veramente emozionante e piena di passione. Grazie davvero, mi hai dato uno stimolo per andare avanti e migliorare questo progetto. Non analizzo ogni tua parte perché devo studiarci bene sopra e magari un giorno cercherò di contattarti per chiederti una mano, se vorrai/potrai darmela. rispondo alle tue domande finali però. La scelta di un personaggio solo nasce dal fatto che il tema amalgama nasce nella sua testa, vista come un castello della memoria, con i giocatori tanti abitanti del castello che forzatamente devono intersecare le loro esperienze. Allo stesso modo possono anche non… Leggi il resto »

James Hackberry
James Hackberry
01/08/2019 12:21
Reply to  Leonardo Lucci

sono ovviamente a disposizione, per qualsiasi cosa 🙂

Complimenti per l’ingresso in finale!
Ci sono due grossi in bocca al lupo: uno per l’esito finale. Il secondo perché tu possa portare avanti lo sviluppo, “pubblicarlo” e “regalarci” la possibilità di giocarlo!

se avessi bisogno di contattarmi, puoi chiedere ai giudici e organizzatori del Game chef come trovarmi.

Daniele Di Rubbo
Admin
Daniele Di Rubbo
14/07/2019 09:45

Segnalo la recensione del gioco su GDR Unplugged.

Francesco Zani
Francesco Zani
17/07/2019 23:29

Is there still hope è un curioso gioco freeform che mette i giocatori di fronte ai momenti finali di una civiltà, o meglio, alla fine di uno dei suoi ultimi esemplari. Non troppo tempo fa la terra ha raggiunto il punto massimo di sviluppo possibile ma, probabilmente volata troppo vicino al sole, viene assalita da una nuova grande epidemia che porterà alla sua fine o quasi. Cosa mi è piaciuto del gioco? Il gioco si presenta con uno scenario ricco di spunti e piuttosto elaborato. Anche se la premessa del pulsante risulta, a mio gusto, un po’ troppo convoluta è… Leggi il resto »

Leonardo Lucci
Leonardo Lucci
23/07/2019 01:00
Reply to  Francesco Zani

Un ringraziamento per la recensione e per i consigli. Guarderò di sistemare alcune cose quanto prima. Rispondo ai tuoi dubbi. La scena iniziale è da vivere come un introduzione cinematografica delle scene dedicate ai fallimenti. Quindi è un intro di fatto slegata dalle meccaniche dei fallimenti. Sul finale di partita ho pensato ad una cosa. Di base credo la maggior parte delle partite finiranno con il pulsate premuto, specialmente le prime. i giocatori rappresentano i lati della psiche, basta che un attimo di razionalità torni e il pulsante lo premi. Dalle partite dopo questo cambia. Quale gravità può dirti di… Leggi il resto »

Samuele Vitale
Samuele Vitale
21/07/2019 18:53

Is there still hope è un gioco che parla di una scelta, forse la più importante, costruita sulla base di ricordi ed esperienze passate. I partecipanti al gioco esploreranno la vita passata e i pensieri dell’ultimo abitante di un’Arca fluttuante, ed esso è conscio che il tempo sta per scadere prima del disastro e, forse, di un’ultima cosa da fare. Cosa ti è piaciuto del gioco? La fase di preparazione iniziale del gioco atta a far creare un’intesa tra i partecipanti prima ancora di giocare, è interessante. Come anche il valido suggerimento di ripeterla ogni volta che si vuol rifarlo.… Leggi il resto »

Leonardo Lucci
Leonardo Lucci
23/07/2019 00:43
Reply to  Samuele Vitale

Grazie per la recensione e per i consigli che mi hai dato, guarderò di sviluppare il gioco alla meglio.

Riguardo ai tuoi dubbi ti posso dire che nei token puoi mettere i simboli che vuoi, o tutti uguali o anche diversi in qualunque combinazione. Concordo che devo integrare degli esempi qua e la. Ho deciso di sviluppare i fallimenti in modo consequenziale per non creare dei problemi ai giocatori che aggiornano passo passo la ” Scheda Personaggio”. Sennò dovrebbero tener conto degli elementi emersi in linea con la linea temporale della scena..