Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Marco Ripepi
Marco Ripepi
03/07/2019 11:29

Karma Recensione di Marco Ripepi Karma è un gioco breve che parla della forza delle emozioni, capaci di portare chiunque ad essere grandioso. È facile da comprendere e incentiva molto ad entrare nei dettagli importanti della narrazione. Cosa mi è piaciuto Tutti i passaggi sono molto chiari e gli esempi aiutano moltissimo ad avere un’idea di come gestire la partita. La creazione del personaggio costringe i giocatori a fare un buon lavoro a cui poi aggrapparsi durante il gioco stesso. La cosa che preferisco è che la fase delle scene premia la narrazione che porta in campo le emozioni, e… Leggi il resto »

Aileann & Oz
Aileann & Oz
03/07/2019 11:41
Reply to  Marco Ripepi

in verità a moltissimi e a nessuno. Ci è piaciuta molto l’idea della foto di Alzh & Imer e di altri giochi per cui abbiamo cercato un elemento fisico (i fili e gli intrecci), ci è piaciuto il ruotare dei ruoli come in Polaris, ci piaceva l’incipit che alcune carte danno al gioco come in Lovercraftesque, ci piace come in parte i dadi possano esprimere qualcosa senza influire eccessivamente nella meccanica come in Fiasco e nella fase finale di Noirlandia, ci piace come la narrazione sia sempre e comunque centrale come in The Quiet Year… e così via. Proprio le… Leggi il resto »

Zeus Longhi
Zeus Longhi
05/07/2019 13:31

In questo gioco i giocatori ripercorrono la vita di un singolo personaggio, nei suoi eventi più significativi, fino ad un massimo momento di gloria, predeterminato, chiamato “Levitare dell’Anima”. Il gioco si basa sul vivere il contrasto tra le emozioni che hanno caratterizzato quegli eventi, interpretando, a turno, il protagonista, i personaggi contrastanti e il karma che dirime e decide. Il personaggio raggiungerà comunque il proprio Levitare dell’Anima, ma la direzione presa dai personaggi porterà a definire con quali caratteristiche ci arriverà. Il meccanismo usato nel gioco è quello dell’intreccio di fili, per simboleggiare gli intrecci karmici che hanno percorso la… Leggi il resto »

Aileann & Oz
Aileann & Oz
07/07/2019 18:55
Reply to  Zeus Longhi

Ciao, avremmo dovuto essere più precisi sulla lunghezza equivalente dei fili, il non averlo specificato potrebbe generare dei dubbi: i fili devono essere tutti della stessa lunghezza. E’ stato molto difficile spiegare la nostra idea del ruolo del Contrasto, ci spiace di non essere riusciti a rendere ciò che era nella nostra testa. L’idea è che la narrazione si alterni tra i due giocatori, evitando però che ognuno tiri solo nella direzione voluta ma cercando entrambi di far risaltare la propria emozione parlando del dualismo con quella dell’altro giocatore. Abbiamo discusso della possibilità di andare avanti e indietro o di… Leggi il resto »

Daniele Di Rubbo
Admin
Daniele Di Rubbo
14/07/2019 09:39

Segnalo la recensione del gioco su GDR Unplugged.

Leonardo Lucci
Leonardo Lucci
21/07/2019 20:00

Karma Recensore : Leonardo Lucci Karma è un gioco di narrazione per tre giocatori. Il Protagonista della storia vivrà tutta una serie di scene che lo porteranno ad un evento memorabile, il culmine della sua esistenza, , il levitare dellanima*. Il percorso del protagonista, che lo porterà a questo evento, è strutturato intorno ad un raffinato sistema di emozioni , positive, negative, contrastanti, che lo accompagneranno, nel bene e nel male, fino all'epilogo della sua storia. La struttura del gioco prevede una fase di *Creazione*. Ogni giocatore contribuirà alla stesura dellambientazione del mondo, alla caratterizzazione del personaggio e a tutti… Leggi il resto »

Leonardo Lucci
Leonardo Lucci
21/07/2019 20:02
Reply to  Leonardo Lucci

scusate ma ho fatto un po casino con gli asterischi ma il testo spero sia chiaro lo stesso.

Aileann & Oz
Aileann & Oz
25/07/2019 09:23
Reply to  Leonardo Lucci

Ciao Leonardo, Sì, purtroppo ci siamo accorti tardi che mancavano delle specifiche chiare sui dadi e sulla lunghezza dei cordini, che devono essere uguali, ma ti ringraziamo comunque per avercelo fatto notare. Sulla differenza delle Index card è un dettaglio importante, la diversità dei colori è stata la prima soluzione che mi è venuta in mente, ma anche delle forme differenti potrebbero svolgere il loro scopo. Per quanto riguarda il contrasto: C’è obbligatoriamente almeno un altro personaggio oltre al protagonista in scena: il senso che volevamo rendere è che nei momenti “importanti” della vita, quelli che spingono ad un cambiamento,… Leggi il resto »

Alberto Tronchi
Alberto Tronchi
23/07/2019 17:12

Introduzione Karma è un gioco per 3 giocatori che parla di emozioni e della vita di un protagonista, destinata a concludersi verso un destino grandioso. Tutte le fasi della vita di un individuo sono il fulcro tematico di Karma, una amalgama di emozioni, scelte e conseguenze, fino a una realizzazione interiore. Cosa mi è piaciuto del gioco? Il testo è chiaro e ben scritto, spiega molto bene l’obiettivo del gioco. Il regolamento, subito alla prima lettura, mi ha lasciato l’impressione di un’ottima integrazione tra regole e tematiche. La divisione in fili colorati dei giocatori e del loro ruolo in ogni… Leggi il resto »

Aileann & Oz
Aileann & Oz
25/07/2019 09:24

Ciao Alberto, Per quanto riguarda il segreto, come forse potresti aver letto nel commento precedente, ci era venuta in mente fin dall’inizio; di base è molto “gameistica” ma fin dal primo “brainstorming” tra tema e ingredienti del Game Chef ci era venuto in mente di utilizzarlo in tal senso: per sconvolgere una parte precedente di una giocata, ritirare i dadi, o cambiare punto di vista. Rimane però il fatto che nel manuale poco traspare del nostro entusiasmo in merito e sicuramente dovremo rivedere, se non l’effetto pratico, quantomeno modo e motivazioni per il suo utilizzo perché non siamo minimamente riusciti… Leggi il resto »

Aileann & Oz
Aileann & Oz
30/07/2019 15:41

volevamo pubblicamente ringraziarvi, chiunque di voi ci abbia votato e anche chi non l’ha fatto per essersi comunque sbattuto a commentarci.
noi ci aspettavamo di arrivare in finale, ci speravamo ma non avremmo mai avuto il coraggio di dirlo pubblicamente.