11
Lascia una recensione

avatar
4 Comment threads
7 Thread replies
5 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
5 Comment authors
Lorenzo MosMattia Belletti e Marco SpelgattiLeonardo LucciDaniele BarbagliaNicola Urbinati Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Nicola Urbinati
Ospite

L’Anomalia L’Anomalia è un gioco di ruolo masterless che presenta un paio di livelli di gioco: la vita quotidiana dei protagonisti e l’anomalia temporale che imperversa e, probabilmente, avrà impatto su quella vita quotidiana, determinando i destini di personaggi. Cosa vi è piaciuto del gioco? Questi due livelli di gioco, e l’ipotesi di interscambio tra i due mi intriga, protrebbe risultare in una bella esperienza. L’utilizzo di diversi sistemi di meccaniche (le carte spunto, la scelta strategica dei dadi per la risoluzione dei conflitti) è molto interessante e affascinante per come si presenta, e sembra offire una bella interfaccia alla… Leggi il resto »

Lorenzo Mos
Ospite

Ciao, innanzitutto volevo scusarmi per gli errori e i refusi del testo dovuti ad innumerevoli taglia/incolla e rimaneggiamenti per organizzare il testo, deleteri più che ben riusciti. Purtroppo ho dovuto scrivere tutto di getto l’ultima domenica e avrei dovuto fare più attenzione. Ti ringrazio anche per i suggerimenti e devo ammettere che condivido quanto scrivi e trovo le tue osservazioni pertinenti. L'”Obiettivo” dei personaggi è stato un capitolo che ho stracciato. Ho pensato si sovrapponesse al “Destino” e mentre per quest’ultimo avevo una meccanica (il tracciato dell’anomalia) per l’Obiettivo no… è ho tagliato. Credevo che il “Destino” e il “Segreto”… Leggi il resto »

Daniele Barbaglia
Ospite
Daniele Barbaglia

# Recensione di Daniele Barbaglia L’anomalia è un gioco per 3 o 4 giocatori, in cui si creeranno storie di alcune persone che abitano intorno da un complesso scientifico sperimentale. Nel complesso vengono svolti alcuni esperimenti fisici particolari e a un certo punto un imprevisto ha generato dei problemi nel luogo e la cittadina intorno ad esso ha cominciato ad essere sballottata da anomalie temporali. Alla fine della partita, dopo molte scene di narrazione, i giocatori condurranno al loro destino i propri personaggi. > Cosa mi è piaciuto Durante la fase del primo turno, viene definito il background del personaggio… Leggi il resto »

Lorenzo Mos
Ospite

Ciao, grazie d’aver avuto la pazienza di leggere il mio gioco destreggiandoti tra errori di scrittura e uno svolgimento dei capitoli non proprio lineare, come hai notato tu stesso. L’ho scritto molto in fretta e apportando di continuo modifiche al testo… diciamo che se avessi avuto più tempo a disposizione, probabilmente non avrei presentato il gioco al concorso, in quanto più ci pensavo, più dubbi mi venivano… Ad ogni modo… vediamo se riesco a rispondere alle tue domande… 😉 1- Considerando lo spunto tratto da Pulsar, come sei riuscito ad inserire questo elemento nel gioco? Sei partito da quello oppure… Leggi il resto »

Daniele Barbaglia
Ospite
Daniele Barbaglia

Grazie delle risposte, sei stato super esauriente!

Leonardo Lucci
Ospite
Leonardo Lucci

L’Anomalia Recensore : Leonardo Lucci L’Anomalia è un gioco di ruolo per tre o quattro persone, Masterless a stampo narrativo, con delle meccaniche di gioco che gestiscono da una parte le vicende, le emozioni, le azioni dei personaggi, dall’altra parte l’Anomalia stessa. Le storie sono tutte ambientate nella misteriosa Winded, cittadina nata intorno ad un complesso scientifico e circondata da boschi. I giocatori si alternano a giocare i vari personaggi, con le loro trame, i loro segreti , i loro intrighi. L’Anomalia, nata come una macchina del tempo, con le sue fluttuazioni, ancora non esistente nel tempo dove agiranno i… Leggi il resto »

Lorenzo Mos
Ospite

Ciao… grazie mille per la recensione e la pazienza di destreggiarti tra un testo ricco di pensieir confusi e refusi.
Ti rispondo in maniera più adeguata non appena ho un po’ di tempo… vado un po’ di fretta in questo periodo.
Ti ringrazio tanto nuovamente!

Lorenzo Mos
Ospite

Eccomi qua, allora… per la realizzazione del gioco mi sono focalizzato sulla meccanica dell’equilibrio dell’anomalia. Non ho avuto la possibilità di testare il gioco, nemmeno in parte e non ho avuto nessun feedback e quindi non ho nessuna idea di come si possa sviluppare una partita. Credo che concentrandosi sulle carte si possano creare buoni stimoli per la narrazione e la creazione della trama. Ho sperato che la creazione dei personaggi fosse sufficiente per creare un setup interessante e stimolante per la narrazione. Non conosco Be-Movie, cercherò di informarmi, magari è un ottimo spunto, magari per impostare il gioco in… Leggi il resto »

Mattia Belletti e Marco Spelgatti
Ospite
Mattia Belletti e Marco Spelgatti

Recensione di Mattia Belletti e Marco Spelgatti Paragrafo introduttivo L’anomalia ci ricorda le atmosfere di Tales from the loop, Stranger things e (come indicato dallo stesso autore) The Dark. Durante il gioco ci troveremo nella banale cittadina di Winded, ignari del fatto che nel prossimo futuro un incidente di laboratorio causerà anomalie temporali che coinvolgeranno anche i personaggi. Cosa vi è piaciuto del gioco? Un’ambientazione interessante L’utilizzo delle carte personalizzate Il meccanismo di base della plancia Gli esempi scelti, che ha reso molto chiare le dinamiche del gioco Cosa avete trovato confuso o poco chiaro? La plancia non è stata… Leggi il resto »

Lorenzo Mos
Ospite

Ciao… grazie mille per la recensione e la pazienza di destreggiarti tra un testo ricco di pensieir confusi e refusi.
Ti rispondo in maniera più adeguata non appena ho un po’ di tempo… vado un po’ di fretta in questo periodo.
Ti ringrazio nuovamente!

Lorenzo Mos
Ospite

Eccomi qua, allora… come già dicevo per la realizzazione del gioco mi sono focalizzato sulla meccanica dell’equilibrio dell’anomalia. In realtà il gioco doveva avere un ambientazione diversa, l’idea che mi ha spinto ad usare questa meccanica era quella che i personaggi dovessero compier un viaggio all’interno di un anomalia, che fagocitava i loro sentimenti e raggiungendo il suo centro capire e decidere se disattivarla, abbandonarsi ad essa, o altro… Per questo motivo, come te ne sei accorto, nella sua forma finale (che mi risolveva altri problemi nei quali nelle mie speculazioni mi sono imbattuto) non ho una grande idea di… Leggi il resto »