Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Giacomo Bellucci
17/07/2017 14:33

Recensione di Giacomo Bellucci In questo gioco si impersonano delle persone comuni che, alla frontiera di Tangeri, devono portare oltre i controlli un grosso carico di droga. Cosa mi è piaciuto del gioco Il gioco centra molto ciò che propone. Trovo ottima tutta la meccanica che permette il ricircolo dei dadi tra GM e giocatori, il fatto che i giocatori conoscano prima i lanci dei loro dadi e l'utilizzo dell'Ansia. Cosa ho trovato confuso e poco chiaro Non ho capito bene i poteri narrativi in mano al GM e la creazione del personaggio, nonostante sia interessante, potrebbe essere molto fumosa… Leggi il resto »

marcello venni
marcello venni
17/07/2017 23:53

Grazie per la recensione!
Rispondo alle domande:
– Non l’ho playtestato quindi direi che non lo so con esattezza. L’idea è quella di racconti tragicomici in cui si sa fin dall’inizio che molto probabilmente andrà tutto a finire male.
– Soprattutto Fate e anche se l’ho solo letto e non provato Blades in the dark
Per il resto ti ringrazio per i consigli, devo chiarire meglio come il GM deve gestire la partita (in particolare il ruolo delle complicazioni) e la creazione dei PG
Grazie ancora!

Maria e Oscar Biffi
17/07/2017 16:50

Recensione di Maria e Oscar Biffi Tangeri Jazz – Una fine indecorosa è un gioco di ruolo dal tavolo che mescola comicità e tensione, mettendo un gruppo di persone comuni nei panni d’improvvisati trafficanti di droga che tentano di superare la frontiera. Cosa ci è piaciuto? Abbiamo apprezzato la corrispondenza tra il tono che vuole avere il gioco e quello con cui sono scritte le istruzioni. I riferimenti sono chiari fin da subito, ma non c’è niente di meglio di una lettura divertente e divertita per entrare subito nei panni. Il tema del confine è affrontato letteralmente e non si… Leggi il resto »

marcello venni
marcello venni
17/07/2017 23:39

Grazie per la recensione!
Da quello che avete scritto ho capto di non essere stato molto chiaro nella spiegazione del gioco e quindi devo lavorare per rendere meglio l’idea che avevo in mente.
Pensate che avevo inserito proprio una meccanica che rispondeva al vostro dubbio “se succede questo allora venite arrestati”, ma dopo averi pensato e ripensato mi sono detto “naaa! non serve!”. Un genio.
Cmq grazie ancora. Ottimi spunti!

Ivan Lanìa
21/07/2017 00:18

Recensione di Ivan Lanìa Tangeri Jazz è un gioco monosessione per un numero indefinito di giocatori (a naso, direi 3-5), con bipartizione fra GM e Giocatori dei Protagonisti, e vi cui si racconta una storia da “film del colpo grosso con lieto fine”: è il 1977, siamo a Tangeri, alla dogana fra il Marocco e il traghetto per la Spagna, e c’è un gruppo di turisti in coda… con il bagagliaio pieno di droga! Ciascuno dei giocatori controlla uno dei contrabbandieri improvvisati e lo tratteggia attraverso alcuni Tratti descrittivi, una riserva di dadi che ne rappresenta l’Ansia, un’altra riserva (chiamata… Leggi il resto »

marcello venni
marcello venni
21/07/2017 20:03
Reply to  Ivan Lanìa

grazie per la recensione! fin troppo buona!
ottimi consigli, sei stato chiaro e preciso. Ho del buon materiale su cui lavorare.
thx!